Gran Turismo Sport: A che punto siamo?

In Evidenza Recensioni

Nonostante sia uscito ormai il 18 ottobre dello scorso anno e abbia ricevuto non poche critiche – in particolare il fatto che il titolo sia fortemente indirizzato all’online – Gran Turismo Sport continua ad essere il punto di riferimento nel panorama dei simulatori di guida su Playstation 4. I risultati parlano chiaro: critiche o meno, il gioco è rimasto in pole position nelle vendite degli ultimi mesi, anche grazie ai continui update. Difatti Polyphony non rimane indifferente, ascolta i feedback negativi e, dopo l’ottimo aggiornamento di fine novembre che includeva diversi veicoli, tracciati, e permetteva finalmente di giocare offline a tutte le modalità inclusa l’accademia di guida, è arrivata la GT LEAGUE.

 

 

Gran Turismo Sport – Ne vale la pena?

Sì, vi rispondiamo noi. Dopo lunghe sessioni di gioco, online ed offline (abbiamo giocato più di 120 ore, delle quali più della metà offline), il titolo offre una delle migliori esperienze di guida disponibili sul mercato. La GT League fa quel che promette: offre un’ampia gamma di eventi affrontabili con i nostri veicoli faticosamente comprati, messi a punto sia nelle prestazioni che nell’estetica, e dà quel feeling da “Gran Turismo” che forse mancava al Day One. La Coppa Sunday, le gare a trazione anteriore, l’endurance, le monomarca, e tante altre chicche si vanno ad aggiungere alla già ottima carriera presente. Sì, ottima, perché l’obiettivo principale dell’accademia di guida era offrire il più ampio raggio di conoscenze ai piloti, così che si potessero lanciare online nella modalità Sport con un bagaglio di esperienze necessarie al successo. D’altronde, se Gran Turismo Sport non è GT 7 è proprio perché già si sapeva sarebbe divenuto un simulatore incentrato sulla competizione online – e non possiamo che apprezzare il lavoro svolto da Polyphony nell’accontentare i fan di vecchia data, i piloti della domenica mattina che amano divertirsi con la Skyline da 900 cavalli. Teniamo a precisare che la GT League continuerà ad espandersi con nuovi eventi: la categoria professionisti (sbloccabile a livello pilota 30) ci è parsa un po’ scarna, solamente due gare; ma ci sono tante nuove premesse. Oltre a nuovi eventi della carriera, Polyphony ha anticipato che includeranno nuovi tracciati, nuove auto e soprattutto nuove condizioni atmosferiche nei prossimi aggiornamenti: finalmente le gomme da bagnato e i tergicristalli avranno un loro perché.

 

 

Oltre alle graditissime aggiunte, gli ultimi update hanno anche bilanciato il modello di guida, specialmente le auto di serie, con gestione ABS, aderenza e trazione posteriore, così da avere maggiore realismo e guidabilità in curva. Ciò rende sempre più utile il richiamare le varie schede di settaggi adatti a particolari tracciati, da utilizzare ad-hoc proprio prima della gara. Tutto ciò rende l’esperienza più credibile e appagante.

Ma continuiamo a sottolineare che è Online dove Gran Turismo Sport brilla, con una realizzazione tecnica e funzionale del tutto ad opera d’arte. Le lobby, tralasciando qualche problema di rete qua e là dovuto all’incredibile traffico che i server (del tutto inaspettato, dicono loro) devono gestire, funzionano alla perfezione: passare da Casa e scegliere un veicolo, alla gara vera e propria è un lampo. Si filtrano con grande facilità categorie, opzioni, bilanciamento delle prestazioni, circuito e via, siamo già nei box pronti a settare il record nel tracciato che ci permetterà qualche posizione nella griglia di partenza. Inoltre, come sempre, la chat in-game è funzionale, prevede una serie di frasi in auto-translate per comunicare velocemente intenzioni, complimenti o consigli a tutti i presenti in lobby. E la modalità Sport è come se fosse una GT League, ma interamente online: ogni giorno potrete prendere parte a svariate gare, tra le monomarca, le Gr.3 o 4, fino al campionato costruttori da seguire gara dopo gara per passare le semifinali, fino al podio.

 

 

Gran Turismo Sport ad oggi è un ottimo simulatore di guida, immediato, divertente, persino per chi non è avvezzo ai giochi di guida, perché ti prende per mano, insegna come inserirsi in curva, come uscirne, e come essere competitivi. Con le graditissime aggiunte appare più variegato, corposo; non raggiunge le vette dei vecchi Gran Turismo, ma da un altro punto di vista ne stabilisce di nuove, specialmente per quanto riguarda la competizione con piloti reali. La CPU lascia sempre un po’ a desiderare, sebbene al contrario della modalità arcade, nella GT League gli avversari tendono a sbagliare più spesso quando messi sotto pressione, dando realismo alla gara. E poi è raffinato nei menù, ha un’ottima colonna sonora, offre panorami mozzafiato per realizzare e coronare le vostre migliori vetture nei più belli dei posti, e non per ultimo l’editor di livree finalmente è a pieno regime: hanno abilitato per tutti il caricamento di adesivi in grafica vettoriale tramite il sito ufficiale, pertanto online si trovano centinaia di repliche di livree ufficiali e originali. Il vostro garage sarà il più realistico (o colorato) di sempre.

In conclusione, vi assicuriamo che quando sarete online, una gara tirerà l’altra, pertanto vi consigliamo di affrontare per bene tutte le modalità che il gioco vi offre offline, prima di entrare nel vivo dell’azione.

Solitario e nostalgico, amante dei retrogame ma dall’animo cyberpunk. Per farla breve, il soulslike dei recensori.