Aspettando l’E3: Spider-Man

Anteprime PlayStation 4

Tu lo sai chi sono io. Il tuo amichevole Spider-Man di quartiere!

Sono passati ormai due anni dal giorno in cui Spider-Man venne annunciato a sorpresa durante la conferenza Sony. Una notizia che lasciò a bocca aperta coloro che seguirono la presentazione fino a notte fonda, per una serie di motivi che tratterò in questo editoriale. Il primo riguarda l’oggettiva bellezza del trailer che venne mostrato, in cui potevamo osservare Peter Parker volteggiare fra i grattacieli di New York: il filmato includeva brevi spezzoni in cui si intravedevano dei combattimenti che hanno acceso la lampadina della curiosità agli appassionati che attendevano da tempo un gioco ben fatto sull’Uomo Ragno. Ad oggi, l’unico vero titolo che sia mai riuscito ad emergere dalla generale mediocrità dei titoli su licenza è rappresentato senza alcun dubbio dalla serie Arkham che ha come protagonista Batman. Negli anni passati addirittura si era chiesto a gran voce alla stessa Rocksteady di occuparsi di un gioco che desse finalmente il giusto risalto a uno dei personaggi più iconici e amati del mondo del fumetto e del cinema. A venire incontro alle esigenze dei fan ci ha pensato Insomniac Games, conosciuta al grande pubblico per aver creato saghe storiche del calibro di Ratchet & Clank e il recente Sunset Overdrive. Nel video infatti era possibile osservare come i combattimenti fossero simili a quelli già visti in precedenza proprio in Batman, donando a schermo una spettacolarità nel combat system mai vista prima in un qualsiasi titolo su Spider-Man. Il gioco sarà interamente open world ed avremo un’intera città esplorabile a nostro piacimento: il girovagare per la città ci potrà portare a partecipare a delle missioni secondarie assolutamente casuali.

Spider-ManIl secondo motivo è rappresentato dal tagline apparso alla fine del trailer: “#spidermanps4” che inizialmente spiazzò tutti, lasciando speculare per qualche giorno gli utenti se il titolo fosse realmente un’esclusiva per PlayStation 4, dato che Insomniac ultimamente si era data al multipiattaforma. Dopo la confusione iniziale, la stessa software house dichiarò con un tweet che il gioco sarebbe uscito soltanto su PlayStation 4 e che non si sarebbe trattato di un’esclusiva temporale come si era potuto inizialmente ipotizzare. Nel corso di questi due anni siamo venuti a conoscenza di sempre maggiori informazioni riguardo al gioco, come la presenza confermata di 3 nemici storici di Peter Parker. Il primo ad aver fatto la sua apparizione è stato Mr. Negative, un misterioso personaggio dal passato sconosciuto ma dotato di una forza fuori dal comune e da poteri rigenerativi: il suo aspetto, come lo si evince già dal nome, lo porta a somigliare al negativo di una foto. Martin Li (questo il suo vero nome) si presenta con la pelle nera e i capelli bianchi e le armi che usa in genere sono due, un coltello caricato a energia elettrica in grado di stordire il nemico ed una katana.

Spider-Man

Nei trailer e nelle immagini rilasciate in questi mesi siamo venuti a conoscenza di un altro “cattivo” che andremo ad affrontare e che personalmente reputo come uno dei più temibili. Kingpin o più comunemente conosciuto come Wilson Fisk. Per tutti coloro che non hanno mai letto i fumetti questo nome è associato alle avventure di Daredevil, una serie TV andata in onda su Netflix che ha portato alla ribalta uno dei personaggi più enigmatici del mondo Marvel. Fisk è infatti dotato di un intelletto straordinario e di una forza sovrumana, forgiata dalla piena conoscenza delle arti marziali quali il sumo ed il Jujitsu. Nell’universo fumettistico, infatti, quest’ultimo è riuscito a sconfiggere svariate volte Spider-Man e addirittura è riuscito a combattere alla pari Capitan America: capirete da qui che stiamo parlando di un personaggio capace di dare più di qualche problema al nostro eroe. Una delle sue particolarità è data anche dall’abbigliamento, Fisk infatti veste perennemente di bianco ed il suo abito è interamente rivestito di kevlar, materiale che si usa per il rivestimento dei giubbotti anti proiettili. La mia speranza è che la presenza di Kingpin in qualche modo possa essere legata ad un un easter egg o perché no, ad una partecipazione proprio di Daredevil. Il terzo nemico con cui ci andremo a confrontare è Shocker, un curioso personaggio che come super potere sfrutta le onde d’urto da lui generate tramite un marchingegno creato appositamente per evadere di prigione. Un villain poco sfruttato che al momento non ha visto molta luce sia nei fumetti né tanto meno sul grande schermo: molto probabilmente si tratterà di un “semplice” nemico di contorno.

 

Spider-ManUno degli aspetti che personalmente ho trovato maggiormente interessante è stata invece la presenza confermata di Miles Morales, personaggio che ha fatto il suo esordio nell’agosto del 2015 nel comic a lui dedicato. Per chi non lo sapesse, la Marvel ha infatti creato un intero universo parallelo che stravolge completamente tutto quello che sappiamo su alcuni dei nostri supereroi preferiti, ed in questo ciclone ci è finito anche il povero Peter Parker, tragicamente ucciso dal suo più temibile nemico, il Dottor Octopus. Nonostante il tragico evento non passa molto tempo prima che un nuovo eroe mascherato prenda il posto del tanto amato supereroe di quartiere: sarà proprio Miles Morales, che in seguito ad un tragico evento causato dallo zio dopo una rapina, lo porterà ad acquisire dei poteri simili a quelli di Peter Parker, con le uniche differenze che vedono Miles con il proprio tocco rilasciare un veleno in grado di immobilizzare il nemico e, qualora lo volesse, rendersi invisibile. Come dono da parte di zia May, Morales riceverà l’oggetto che permetteva a Spider-Man di lanciare ragnatele e volteggiare fra i grattacieli della città. Dopo aver fatto questa breve introduzione sul personaggio in questione, la stessa Insomniac ha dichiarato che l’uomo ragno presente nell’universo ultimate non sarà giocabile: ciò non toglie che possa comunque avere un ruolo chiave all’interno della storia, questo è ovviamente il mio auspicio e quello di tutti i lettori dei fumetti.

Spider-Man

Il 7 settembre potremo finalmente metterci le mani sopra e scoprire se tutte le nostre aspettative saranno state rispettate. Per tutti coloro che vorranno andare oltre l’edizione standard è stata presentata anche una speciale Collector’s Edition che comprende un’action figure con un ancora non specificato oggetto su cui Spider-Man stanzierà sopra; tre costumi bonus (i due fino ad oggi rivelati sono Spider-Punk ed il costume presente nel film AvengersCivil War), l’immancabile artbook ed infine un drone a forma di ragno che potrà essere utilizzato in-game. Inutile negare che dietro al progetto della software house californiana ci siano grosse ambizioni e probabilmente sanno anche loro che “da grandi pressioni derivano grandi responsabilità” ed è anche per questo che hanno dichiarato di essersi preso più tempo del dovuto in modo da presentare ai videogiocatori un prodotto qualitativamente alto, in linea con gli standard che Sony richiede per le sue esclusive più importanti. Spider-Man sarà non a caso un grande protagonista dello show organizzato dal colosso giapponese per l’E3 2018 di Los Angeles. Non ci resta che aspettare il 12 giugno ore 03.00 in Italia per scoprire quali altre sorprese ci attendono. Restate sintonizzati su Kameleons.it per avere tutti gli aggiornamenti sull’E3 2018 visitando questa pagina.

Spider-Man

Classe 1984, il che mi rende automaticamente Steampunk. Cresciuto a compiti e Donkey Kong. Rispetto al passato non è cambiato molto, semplicemente adesso non faccio più i compiti.