Amy Hennig sulla sua carriera: ‘Dopo Uncharted 3 tutto è cambiato’

News

In una recente intervista pubblicata da Polygon, con il cofondatore di Campo Santo, Sean Vanaman, la creatrice della serie Uncharted Amy Hennig ha espresso tutta la sua preoccupazione per il futuro della sua carriera.

“Durante gli ultimi 28 anni ho lavorato a circa 15 titoli diversi, ma non tutti sono stati pubblicati. Adesso ho 53 anni e, riguardando indietro, ripenso a quanti titoli ho dovuto abbandonare, considerando che per completarne uno servono tra i tre ed i cinque anni. Non è mai bello abbandonarli a metà.”

Dopo aver visto il suo ultimo titolo, Uncharted 3, pubblicato lo scorso 2011, la veterana dell’industria videoludica sta tutt’ora collaborando ad alcuni progetti, sentendo la forte necessità di poter contribuire nuovamente alla pubblicazione di nuovi prodotti.

“Non ho pubblicato nulla dallo scorso 2011 e questa situazione mi sta uccidendo. Ho partecipato al progetto per la realizzazione di Uncharted 4 solamente per un paio d’anni e mezzo, per poi dedicarmi a Star Wars per altri 3 anni e mezzo. Sono adesso molto curiosa di vedere cosa accadrà con questo progetto.”

Nonostante i tentativi dell’interlocutore Vanaman, la cinquantatreenne Amy Hennig non ha voluto rilasciare nuovi dettagli riguardanti il nuovo gioco di Star Wars, concentrandosi maggiormente sul suo passato e la sua carriera ormai alle spalle. Non resta che attendere dunque, per scoprire cosa sta realmente bollendo in pentola.

 

Fonte

Un mix insensato di polemica, passione e tanta voglia di sognare con le mani sul joypad. Dal buon cuore, ma con una penna fin troppo lunatica. Amante di RPG, Platform e giochi sportivi.